Home page

I grandi classici

Film per tutti i gusti

Al cinema

Film per tutte le occasioni

Cinema per i più piccoli

Uscite DVD e film consigliati

Serie TV

lunedì 20 maggio 2013

RED CARPET FESTIVAL DI CANNES 2013

Cari amici,
In attesa di sapere a chi verrà assegnata la palma d'oro anche questa volta, dopo la sfilata degli oscar, non ho saputo resistere alla tentazione di dare un'occhiata critica ai lussuosi abiti indossati dalle celebrities.


Così  ecco a voi un po' di "gossip- festival" secondo il mio modesto punto di vista. D'altronde bisognerà pur trovare qualche difetto ad attori plurimiliardari e di successo solo per rendere loro la giusta dose di semplice umanità.  Anche se devo dire  che sulla Croisette quest'anno sono stati veramente pochi gli scivoloni di stile; ha prevalso il bon ton e un grande amore per il rosa pastello.
                                           



 
Iniziamo con l'algida Nicole Kidman. Sul suo look niente da dire semplicemente perfetta in un frizzante abito dai ricami colorati Dior haute Couture che scopre le caviglie, perfetto per una figura così alta . Anche le decoltè rosa acceso sono in sintonia. I capelli sono  raccolti in una coda di cavallo con un effetto di volume sulla testa originale e chic. Come accessori solo dei punti luce per concentrare l'attenzione sul particolare abito.
















 Carey Mulligan  ha abbandonato lo sfarzo dei costumi anni 20 
del suo personaggio, la Daisy del "Grande Gatsby" e ha optato per un abito lineare rosa tenue  di Christian Dior Haute Couture.  Una mise semplice  ma forse  non proprio adatta alla slavata attrice che scompare nel pallore del vestito. Con la sua carnagione avrebbe, a mio parere, potuto osare un colore più acceso. Il trucco è semplice con un tocco di rossetto rosso fuoco che le illumina il viso e i capelli sciolti con la riga in mezzo.
Come accessori preziosi orecchini a goccia di Tiffany. Che dire: un look minimal e raffinato che non colpisce.




Sempre dal cast del "Grande Gatsby"spostiamo l'attenzione su Isla Fisher. Indossa un abito rosso fuoco con le ruche di Oscar della Renta. La mise non è terribile ma per una rossa come lei è forse troppo la scelta cromatica,  un   look con un"fil rouge"  decisamente "rouge" non troppo azzeccato.

















L'abbigliamento maschile desta sempre meno interesse perché meno vario.
Vorrei però fare un apprezzamento su Leonardo Di Caprio.
L'attore ha scelto un tuxedo profilato con bordi più lucidi un tocco  che non guasta. Un Gatsby di  grande classe e stile.
Devo dire che ne sono passati di anni dai tempi del Titanic e quel ragazzino acerbo è diventato un vero uomo. Ha abbandonato il ciuffo ribelle per una pettinatura ordinata e ingellata da perfetto gentleman con un pizzico di nostalgico  retrò.








Infine per concludere questa parentesi sul "Grande Gatsby" uno sguardo a Lana Del Rey, una delle cantanti che ha preso parte alla colonna sonora. E' fasciata in un abito a sirena un po' troppo lavorato, con un motivo che accenna l'effetto pizzo nero su base bianca non troppo alla moda. Si salva l'acconciatura, con un  mosso anni 20 e i fantastici gioielli Chopard.








 
 







Emma Watson è protagonista del film in gara "Bling Rng"di Sofia Coppola sulla storia vera di delle ragazze che a Hollywood rubavano nelle case delle star. Veste uno Chanel haute couture. L'accostamento del top nero con i lustrini e il dettaglio della schiena scoperta con la gonna rosa pallido dona al look un effetto grintoso e giovane .Un classico raccolto come acconciatura. Complimenti  si rivela una bad girl "trés chic". Unico appunto, le scarpe, sono nascoste dal vestito ma dall'effetto che danno sulla sua figura sembrano un po' bassine qualche centimetro in più di tacco non avrebbe guastato.











La 47enne top model Cindy Crawford sfoggia un
 fisico scultoreo che fa invidia a tutte le esordienti modelle teen-ager merito solo dell'aerobica ?! mah. L'abito è un Cavalli bianco con un'ampia scollatura. A completare i look gioielli Chopard e scarpe Jimmy Choo. Sulla scelta del look niente da dire praticamente perfetto. Avrebbe potuto forse curare di più l'acconciatura; la chioma è un po' troppo  selvaggia e spettinata.
















Sempre in Cavalli la top del momento Georgia May Jagger,
figlia d'arte del cantante Mick Jagger. Per lei un abito rosso fuoco con una scollatura impreziosita da un ricamo sensuale che lascia intravedere la pancia. Capelli al vento con leggere onde sulle punte e un rossetto rosso fuoco che illumina il viso della ragazza. Una bionda, algida sirena in rosso.














Una grande caduta di stile per l'attore David Hasselhoof.
 L'ex bagnino di "Baywatch" ha indossato una camicia fucsia fluorescente decisamente troppo eccentrica, i casi sono due: o  credeva di   andare a  una festa in spiaggia o è un triste tentativo di cattivo gusto di farsi notare!.  Non è da meno la compagna che sembra una coniglietta di playboy fasciata in un abito nero ordinario che sembra uscito da un grande magazzino low-cost.
Decisamente la coppia peggiore.











Julianne Moore  sfoggia un abito bicolore con gonna a palloncino e un leggero strascico che lascia scoperte le caviglie Dior haute couture.I capelli  sono sciolti e portati sul lato, i gioielli sono Chopard e i sandali, minimal e eleganti allo stesso tempo, sono di Charlotte Olympia. Che dire gran classe, buon gusto e semplicità.















 Berenice Bejo, attrice del film in gara "La passé", si è presentata con un vestito di Alexis Mabille abbinato a una giacca sciancrata blu elettrico. Bello il vestito anche se coperto per metà, l'abbinamento con la giacca stona proprio in mezzo a abiti scollati  con dettagli che non lasciano molto spazio all'immaginazione. Del resto si sa:  per apparire bisogna soffrire e non sono ammesse scorciatoie tattiche per coprirsi dagli imprevisti del clima. La trovo decisamente out.






 


Potrei proseguire ancora mostrandovi il meglio e il peggio della sfilata delle star sulla Croisette ma mi sono dilungata anche troppo in questo post.
Per concludere, che dire un Festival di Cannes "trés chic" tra alti e bassi.
A presto

 
 
 


 





 

Nessun commento:

Posta un commento

Etichette